tamtamcomunication@gmail.com

La musica è un’arte e una scienza. Analizzare i Music Data potrebbe suonare strano, ma sono la chiave per creare un’esperienza memorabile per i fan. E per un business redditizio.

I dati sono tutto: puoi imparare sui potenziali acquirenti e prevedere meglio l’attività dei partecipanti il giorno dell’evento.

I dati sono la cosa più simile che abbiamo per prevedere il futuro: senza dati affidabili, stiamo solo indovinando cosa funziona e cosa no.

Il primo passo è di decidere quali risposte speriamo di ottenere dai Music Data, come ad esempio:

  • Come dovremmo rifornire il bar per lo show di stasera?
  • Gli annunci online e i social ci stanno portando più vendite a un costo minore?
  • Queste persone avrebbero comprato comunque i biglietti, o serviva fare pubblicità?
  • Le email funzioneranno meglio se le invio a un target più ristretto?
  • Lo spot in radio ha portato delle vendite?
  • Lo spettacolo è tra una settimana: quanti biglietti bisogna aver venduto per essere in pari?

Per sapere come rispondere a tutte queste domande, continua a leggere questa mini-guida su come usare i Music Data per aumentare i profitti.

 Risparmia sul personale e punta sul rinfresco

Punta sul marketing senza spendere di più

Hai inviato l’annuncio a migliaia di contatti, ma ti ha portato degli acquisti?

Per capire il valore di un annuncio o di un’email, devi sapere se stai coinvolgendo il tuo pubblico nel modo giusto.

Usa un link di monitoraggio per tutto: ogni pagina del tour dell’artista, ogni pulsante sul sito web… Poi confrontali con i dati di Google Analytics.

Risparmia sul personale e punta sul rinfresco

Cosa c’è di peggio nel pagare un barista annoiato o sprecare il rifornimento del bar?

Sfrutta i dati demografici per ottimizzare tempi e costi: se i partecipanti hanno tra i 20 e i 30, è probabile che al bar chiederanno più birra che vino a fine spettacolo.

Analizzare i Music Data può aiutarti anche nelle scelte di prenotazione. Ad esempio, puoi scoprire che un certo tipo di musica attrae persone che spendono di più rispetto agli altri.

E tu, hai mai sfruttato i Music Data per il tuo evento?

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *